sabato 27 febbraio 2010

Attenzione!: le pentole antiaderenti contengono il pfoa una sostanza che attacca la tiroide

Una sostanza chimica trovata nelle pentole antiaderenti e nelle confezioni di alcuni prodotti alimentari è associata alle malattie della tiroide. Queste le conclusioni di uno studio condotto da un gruppo di ricercatori della University of Exeter e pubblicato sulla rivista Environmental Health Perspectives. La sostanza in questione è il 'Pfoa' (acido perfluorottanico e si trova quasi dappertutto in casa.

Precedenti studi l'hanno collegato al rischio cancro. Ora è stata nuovamente messa sul banco degli imputati. Lo studio ha infatti dimostrato che livelli elevati di questa sostanza nel sangue sono collegati a un maggior rischio di sviluppare malattie alla tiroide. Il rischio è raddoppiato per le donne in quanto sono più sensibili ai problemi alla tiroide. Pfoa è utilizzata dalle industrie nei prodotti di consumo più diffusi ed è una sostanza che diventa instabile ad alte temperature. Può entrare nell'organismo tramite ingestione o attraverso la respirazione. E non c'è modo per eliminarla dal sangue.

“Si è sospettato a lungo che le concentrazioni di Pfoa - ha spiegato l'epidemiologo David Melzer - potrebbero essere legate a cambiamenti nei livelli degli ormoni tiroidei. La nostra analisi mostra che nella popolazione adulta 'ordinaria' vi è un solido legame statistico tra concentrazioni più elevate di Pfoa nel sangue e malattie della tiroide”. Tuttavia, molti altri esperti non hanno trovato alcuna associazione.

Preoccupazioni per Pfoa e anche per una sostanza simile, Pfos, sono state sollevate nel 1990 e hanno portato i capi della sicurezza degli Stati Uniti a collegarli al cancro. I produttori hanno poi deciso di eliminarle entro il 2015. Ora i ricercatori britannici hanno analizzato i dati provenienti da ricerche effettuate dai Centri per il Controllo e la Prevenzione delle Malattie. I campioni analizzati sono stati prelevati su quasi 4 mila adulti tra il 1999 e il 2006. Ebbene, i ricercatori hanno scoperto che quelli che avevano il 25 per cento in più di concentrazione di Pfoa avevano oltre il doppio delle probabilità di sviluppare malattie alla tiroide rispetto agli individui che invece avevano un livello del 50 per cento più basso di concentrazione di Pfoa.

Lo studio ha anche mostrato che le donne sono più a rischio degli uomini. Precedenti studi condotti sugli animali hanno dimostrato che questi composti possono influenzare il normale comportamento del sistema ormonale tiroideo. Quest'ultimo è essenziale per mantenere la frequenza cardiaca, per regolare la temperatura corporea e supportare altre funzione dell'organismo, incluso il metabolismo, la riproduzione, la digestione e la salute mentale. Le pentole antiaderenti contengono il pfoa una sostanza che attacca la tiroide “I nostri risultati - ha detto Tamara Galloway, docente di Ecotossicologia presso la University of Exeter e una delle autrici dello studio - evidenziano una reale necessità di ulteriori ricerche sugli effetti per la salute umana dell'esposizione a basso livello di sostanze chimiche presenti nell'ambiente, come Pfoa ,che sono onnipresenti nelle case delle persone”.

Fonte: salute.agi.it

venerdì 19 febbraio 2010

Bono Vox : siamo sicuri che sia per la pace?

Nel 2005 il premio di Man of Peace Award dell’anno è stato consegnato a Bob Geldof, nonostante la sua promozione dei regimi sanguinari di Bush e Blair. A metà dicembre i premi Nobel per la pace che conferiscono questa onorificenza, si sono riuniti a Parigi e l’hanno data ad una scelta persino peggiore: Paul David Hewson, in arte BONO VOX.
Bono non è un uomo di pace -- deve ancora dichiararsi contrario ad una sola guerra. Bono è comproprietario della Pandemic/Bioware, che ha prodotto Mercenaries 2, un videogioco che simula un’invasione del Venezuela. L’anno scorso Bono si è incontrato con il segretario della difesa USA Robert Gates per discutere i programmi di istituire un nuovo comando militare americano per l’Africa. La rivista Forbes, di cui Bono è comproprietario, batte costantemente il tamburo per la guerra (Bono dice di essere stato attratto dalla rivista perché ha una “filosofia coerente”).
Come Sir Bob, Bono canta le lodi di alcune delle figure pubbliche più bellicose. Comincia con Dubya e Blair – Bono ha lodato il primo ministro britannico per “aver fatto le cose in cui credeva”. Chiaramente voleva alludere anche all’enorme coinvolgimento britannico nella guerra in Iraq. Bono non ha altro che lodi anche per persone estremamente reazionarie quali Jesse Helms e Billy Graham. Nel video per il video di Pat Boone, “Thank You B
illy Graham”, Bono intona “rendo grazie per la sanità mentale di Billy Graham, un cantante dello spirito umano”. Interessante. Nel 1966, Graham è salito sul podio dopo LBJ al National Prayer Breakfast per dare una chiara approvazione della guerra del Vietnam. “Ci sono quelli,” ha detto Graham, “che hanno cercato di ridurre Cristo alla stregua di un pacificatore geniale ed innoquo; ma Gesù ha detto ‘Vi sbagliate – io sono venuto come un incendiatore che maneggia la spada. Io sono venuto per portare il fuoco sulla terra’” . Canta quello spirito umano, Billy – Bono ti fa il coro. Infatti, circondato dai politici più belligeranti d’America, Bono ha fatto un servile discorso programmatico al National Prayer Breakfast nel 2008. In una recente intervista con la rivista di musica britannica Q, il batterista degli U2 Larry Mullen ha detto che è “raccapricciante” vedere Bono in compagnia di George Bush e Tony Blair, aggiungendo che quei due leader mondiali dovrebbero essere processati come dei “criminali di guerra”.

Potrebbe sembrare strano che un gruppo di premi Nobel per la pace consacrino Bono come un uomo di pace. Ma forse non lo è. I precedenti vincitori del premio [Nobel] per la pace comprendono Henry Kissinger, che ha tramato il violento rovesciamento del regime cileno di Salvador Allende ed è stato l’architetto del bombardamento della Cambogia, l’amico di Bono, Al Gore che ha appoggiato entrambe le guerre del Golfo dopo aver votato a favore del missile MX “first-strike” .

Una delle persone che avrebbe potuto dare un’iniezione di idee nuove alle celebrazioni di Man of Peace di Parigi è Tookie Williams. Cofondatore della gang dei Crips di LA, che è diventato un portavoce contro la vita della gang, nonché un autore di libri per bambini mentre era nel braccio della morte ed è stato nominato cinque volte per il premio Nobel per la pace (e una volta per il premio Nobel per la letteratura). Naturalmente, Williams non ha potuto essere presente perché è morto per iniezione letale a San Quentin il 13 dicembre 2005, dopo che il governatore della California Arnold Schwarzenegger ha rifiutato gli appelli da tutto il mondo per la clemenza.

Tuttavia il 23 ottobre c’era Bono, “uomo di pace”, a tessere le lodi di Arnold mentre faceva un altro discorso programmatico, stavolta alla California Women’s Conference di Long Beach. Tra gli altri a parlare c’erano il governatore, sua moglie Maria Shiver, e Madeline Albright. La Albright, segretaria di stato di Bill Clinton, ha detto una volta alla televisione nazionale quando le è stato chiesto come potesse giustificare la morte di 500000 bambini iracheni come risultato delle sanzioni Clinton/Gore: “Crediamo che ne valesse la pena”.

Bono non ha fatto menzione del drammatico aumento della povertà in California causato dalle politiche filoaziendali di Schwarzenegger. Neanche una parola sui due milioni di bambini nello stato che soffrono la fame o sugli immigrati inseguiti nelle strade come se fossero animali fuggiti da uno zoo. Il tema principale del discorso incoerente di Bono è stata la povertà in Africa e solo in Africa, anche se ha fatto un breve accenno a quando come aspirante musicista si era ispirato ai Clash (ironico, dato che erano artisti che hanno reso la loro opposizione alla guerra molto esplicita).

Nonostante l’ispirazione che molte person
e traggono dagli inni scritti da Bono, non c’è traccia di prova che Bono sia in disaccordo su qualsiasi questione – la guerra, le scappatoie fiscali, l’immigrazione – con gli agenti del potere che ci vuol far credere siano l’ultima migliore possibilità per il genere umano.

http://maurixxio.splinder.com/post/20196242

















Aggiornamenti su Bono Vox:

Bono Vox farfallone a Saint Tropez finisce su Facebook in compagnia di due 19enni Andrea Feick e Hannah Emerson

Qui il link -----> http://www.jujol.com/2008/10/28/bono-vox-farfallone-a-saint-tropez-finisce-su-facebook-in-compagnia-di-due-19enni-andrea-feick-e-hannah-emerson/

domenica 14 febbraio 2010

Cosa si CELA DIETRO l’AIDS ?






C'è chi ha parlato di sterminio, di congiura contro una parte dell'umanità.
La popolazione nera degli Stati Uniti crede che "l'unico dato in comune tra le vittime dell'AIDS... non è né il sesso né la droga, ma sono le manipolazioni dell'uomo. Secondo queste storie ai drogati viene fornita eroina opportunamente tagliata con sostanze che danneggiano il sistema immunitario, mentre gli omosessuali e gli af
ricani vengono infettati mediante vaccinazioni di massa, col pretesto di proteggerli da altre malattie. Oppure accusano il governo di praticare la guerra batteriologica contro i propri cittadini mettendo in giro un virus che contagia a preferenza gli omosessuali".

Leggiamo ancora, nel dossier inchiesta di Romano e Vogel, che "la rivista New York Native, nell'83 pubblicò la lettera di un dipendente del laboratorio di guerra biologica di Fort Detrick il quale assicurava di aver partecipato all'operazione, che era iniziata nel '78. La lettera era anonima ma è stata pubblicata anche in Unione Sovietica dalla Literaturnaya Gazeta (il 30.10.85 secondo Covert Action)... Secondo un articolo apparso con rilievo nel Times di Londra l'epidemia di AIDS in Africa ed in Sud America segue la vaccinazione in massa contro il vaiolo, effettuata nei primi anni '80. Per estirpare il vaiolo dalla faccia della terra l'OMS avrebbe vaccinato almeno 70 milioni di negri dell'Africa Centrale" . vedi: Ebbene purtroppo SI


La gravissima accusa fu pubblicata prima da un giornale di New Delhi "The Patriot" (ottobre 1985), e poi ripresa e stigmatizzata dalla sovietica "Literaturnaya Gazeta" il 30 ottobre dello stesso anno. In Brasile, la notizia che il virus dell'AIDS era un prodotto dell'ingegneria genetica, messo appunto come terribile arma biologica, fu pubblicata dal giornale "L'Estado de Sao Paulo".
In Inghilterra, il 26 ottobre 1986, il quotidiano londinese "Sunday Express" ripubblicò la terribile accusa.

La "Pravda", nell'ex Unione Sovietica, il 31 ottobre 1986, corredò una vignetta, che raffigurava un militare che dava un pacchetto di dollari ad un medico che aveva una provetta con dentro il mortale virus con una didascalia che ribadiva l'accusa della creazione del virus nei laboratori del Pentagono. La rivista francese "Eléments" (n. 63, 1988) rilanciò l'accusa con un articolo titolato "AIDS, il Pentagono sotto accusa". Tutto ciò sembra essere però passato sotto silenzio.


E' atroce pensare che scienziati e studiosi possano mettersi al servizio di un tale disegno, ma d'altra parte non si può negare che in certi santuari della scienza medica si agisca contravvenendo al giuramento di Ippocrate e, invece, si sacrifichino vittime umane per teoremi di morte.
Lo ha denunciato il dott. Robert Newman, presidente di un grande ospedale di New York, il "Beth Israel Medical Center". Parlando dei tossicodipendenti ha dichiarato: "Nessuno lo ha ancora detto apertamente, ma sono sicuro che molti sono d'accordo che dovremmo lasciarli morire tutti" .

Un documento terribile è il "Global 2000 Report to the President" presentato dal Dipartimento di Stato americano. Il giornalista Rogelio Maduro nel suo libro "The Ozone Scare" scrive: "Questo dossier fu elaborato dal Consiglio della Casa Bianca per l'Ambiente e dal Dipartimento di Stato a partire dai primi giorni della presidenza Carter. Decine di alti funzionari e centinaia di consulenti hanno lavorato a questo rapporto che proponeva di fare del 'controllo demografico' la pietra angolare delle politiche di tutti i futuri presidenti americani.
Nel rapporto e nei documenti che lo accompagnano, si trovano tutta una serie di profezie terrorizzanti: crisi delle risorse idriche, penuria di energia, carenza di materie prime strategiche
.
La causa di tutto ciò ? La crescita demografica.

E' dunque necessario, concludeva il documento, che il governo faccia convergere politica estera ed interna con l'obiettivo di eliminare questi uomini di troppo. Dal momento in cui questo documento è stato reso di pubblico dominio, sezioni intere del governo americano non lavorano che per mettere in pratica le sue raccomandazioni: il "genocidio".

L'AIDS fu in effetti il risultato di un programma di ricerca a lungo termine
".
Qualcuno afferma addirittura di averne le prove, come il russo Jakob Segal, docente di biologia all'Università di Humboldt, nella ex Germania orientale. Il professor Segal è certo che l'AIDS è stat
o messo a punto nel laboratorio di Fort Detrick, nel Maryland, un centro di ricerca su armi chimiche e biologiche. Segal per dimostrare la gravissima accusa pubblicò tutti i dati, che aveva raccolto nel 1986, in un libro dal titolo: "AIDS: una malattia prodotta in America".

In esso lo studioso sostiene che: "il virus della immunodeficienza (Hiv), che molti scienziati ritengono evolva in AIDS, è quasi identico ad altri due virus: il Visna, una malattia mortale che colpisce le pecore, il BVL (Bovine Leukemia Virus), ma non l'uomo, e il virus della leucemia delle cellule T: Htlv-1 (Human T Cell Leukemia Virus).
Il Laboratorio di alta sicurezza di Fort Detrick realizzò l'unione dei virus Visna e Htlv-1. Il risultato fu l'Hiv messo a punto tra la fine del 1977 e la primavera del 1978.
Il “cocktail” di Fort Detrick venne testato su carcerati che decidevano volontariamente di partecipare all'esperimento in cambio della libertà anticipata. Siccome i sintomi non si manifestano prima di 6 mesi, i test furono giudicati fallimentari e i carcerati vennero rilasciati
".

Un altro ricercatore Robert Strecker, confermò le accuse fatte da Segal.
Egli affermò: "Quando si studia la natura del virus dell'AIDS si scopre qualcosa di estremamente interessante. I geni del virus dell'AIDS non esistono nei primati o nell'uomo. Se si prende il materiale genetico di primati, scimpanzé, esseri umani e lo si riordina, non si può ottenere l'AIDS".
Per Segal l'AIDS si sarebbe diffuso a causa di un incidente; per Strecker, invece, sarebbe stato iniettato volutamente ai membri della comunità omosessuale americana durante il programma per la vaccinazione contro l'epatite B.

Curiosità.
Il Ministro della salute del Burkina Faso, ha diffuso una teoria - da alcuni ricercatori già portata avanti - sull'origine dell' HIV. Manto Tshabalala-Msimang afferma che il virus fu introdotto in Africa da una cospirazione mondiale, in particolare da un gruppo occulto denominato ILLUMINATI che avrebbe introdotto l'AIDS attraverso il vaccino per il vaiolo nel 1978. Malgrado se ne conosca la cura, questa verrebbe tenuta segreta per un oscuro programma finalizzato alla riduzione della popolazione africana. La teoria è riportata nel libro "Behold, a pale horse", scritto da William Cooper.
Tratto da: www.stargatemagazine.com

Qui --->http://www.mednat.org/aids/aids_genocidio.htm TROVATE ALTRE COSE INTERESSANTI SULL'AIDS E L'HIV.