sabato 20 marzo 2010

Piercing e tatuaggi: moda o pericolo ?


   
Tempo fa, i giornali hanno riferito la notizia della morte di un giovane per epatite acuta dopo essersi fatto applicare un piercing alla lingua. Sicuramente il fatto ci ha colpiti e ci ha spinti a chiederci se davvero si può morire in giovane età per il desiderio di forarsi la lingua. Cosa dunque spinge molti giovani a ricorrere a pratiche così eccentriche come quella del piercing o del tatuaggio?
Le mode sono manie che a volte sfiorano il buon senso e di solito sono temporanee e imprevedibili, e fanno molta presa sulle persone e in particolare sui giovani. Si è notato che la maggior parte dei ragazzi d’oggi è affascinato dalla moda di forarsi alcune parti del corpo detta “body piercing” e dalle pratiche del tatuaggio, definito come l’arte dei primitivi e dei fuorilegge
In relazione alla moda del piercing sono state eseguite varie ricerche secondo le quali questa pratica risale all’epoca di antiche popolazioni americane (Aztechi e Maya), che per ragioni spirituali si foravano varie parti del corpo, soprattutto la lingua. In quanto al tatuaggio si è riscontrato che è un’usanza molto antica e diffusa in tutto il mondo, presente principalmente    presso  i   popoli
primitivi per motivi di carattere decorativo, magico e sociale.
Certo è molto originale forarsi il naso, la lingua, un sopracciglio o addirittura l’ombelico oppure farsi un bel tatuaggio; ma perché molti fanno ricorso a queste pratiche? Senz’altro pensano di migliorare il loro look dato che si tratta di una moda lanciata da top-model, campioni dello sport e cantanti famosi; inoltre non è da sottovalutare l’ipotesi che per certi giovani il piercing o il tatuaggio siano un modo per affermare la propria indipendenza e individualità, per distinguersi dagli altri. Il giornalista John Leo afferma che “uno dei motivi per cui i giovani seguono queste mode sia il desiderio di indispettire i genitori e scioccare la gente: questo comportamento quindi nasce da un misto di insoddisfazione, anticonformismo, provocazione e ribellione”.
Ma cosa comporta farsi un piercing?
Facciamo un po’ il punto della situazione: bucarsi il corpo ed applicarvi vistosi ornamenti solo per rendersi più belli, più originali? E’ vero che, come dice un vecchio proverbio, “chi bello vuole apparire tanto deve soffrire” ma non fino al punto da perdere la vita! Nel farsi un piercing o un tatuaggio si potrebbe incorrere in malattie come epatite, AIDS, tubercolosi e tetano; questo potrebbe accadere se si sottovalutano i rischi di infezione, causati da strumenti non sterili e dalla poca professionalità da parte di chi esegue queste decorazioni. E poi non sarebbe meglio cercare l’autoaffermazione e manifestare il proprio anticonformismo in modi più utili a se stessi e agli altri?


www.galanet.eu/dossier/fichiers/Piercing%20e%20tatuaggi.doc

1 commento:

  1. I tatuaggi e i pircing saranno anche una moda di passaggio ma una cosa che non passerà mai di moda ė la capacità del essere umano di giudicare negativamente il prossimo... e vi assicuro che questa cosa ė più dannosa di un pircing fatto con un chiodo arrugginito trovato in una discarica di rifiuti tossici... pensate alle guerre, vengono fatte spesso per colpa di giudizi e pregiudizi, non certo perché si hanno tatuaggi o pircing

    RispondiElimina