domenica 6 giugno 2010

Succede solo da McDonald’s: via il bicchiere al cadmio di Shrek

Sette milioni di pezzi già venduti torneranno alla fabbrica, gli altri cinque ci resteranno. Erano stati prodotti negli Stati Uniti. Il portavoce dell’azienda: “Il gadget è comunque sicuro”


Tumori ai reni e ai polmoni, danni intestinali e rammollimento osseo. Questi sono solo alcuni degli 
effetti tossici prodotti dal cadmio, il metallo rinvenuto sui 12 milioni di bicchieri di Shrek messi in vendita da McDonald’s e appena ritirati dal mercato.

UNA SOFFIATA ANONIMA – Il ritiro, che sarà annunciato ufficialmente venerdì dalla Consumer Product Safety Commission, è stato messo in moto da una soffiata anonima alla deputata democratica californiana Jackie Speier la scorsa settimana. Il test di un cannone a raggi X che valuta la quantità di cadmio contiene un elemento indicato il metallo era presente nella vernice del bicchiere. L’ufficio della Speier ha chiesto i campioni dei bicchieri dall’informatore anonimo e li ha ricevuti il 27 maggio mandandoli alla Commissione per ulteriori indagini. La CPSC ha poi sperimentato i bicchieri e ha confermato la presenza di cadmio nella vernice utilizzata per i caratteri decorativi. I bicchieri da 16 once, venduti per circa $ 2 ciascuno come parte di una campagna promozionale per il film “Shrek Forever After“, erano disponibili in quattro disegni raffiguranti i personaggi di Shrek, la principessa Fiona, il Gatto con gli stivali e Ciuchino. Il cadmio può essere utilizzato per creare rossi e gialli nelle vernici.

UNA PICCOLA QUANTITA’ – Il portavoce di McDonald’s negli Stati Uniti, Bill Whitman, ha detto che un pigmento di vernice sui bicchieri contiene cadmio. “Una piccola quantità di cadmio è stata rinvenuta sulla superficie del vetro, e al fine di proteggere quanto più possibile i bambini, CPSC e McDonald’s hanno lavorato insieme su questo ritiro”, ha detto il portavoce della Commissione Scott Wolfson, che non ha specificato le quantità di cadmio percolanti dalla pittura nei test, ma ha detto che le quantità sono solo “leggermente al di sopra del livello di sicurezza attualmente poste dall’agenzia”. Il fatto è che il pericolo proviene più dall’esposizione a lungo termine che dalla quantità. Un bicchiere non è un qualcosa che si usa una volta e si mette via. Può restare sulla tavola di una famiglia per anni ed essere utilizzato più volte al giorno. La CPSC nella sua nota ricorda infatti che “l’esposizione a lungo termine al cadmio può causare effetti negativi sulla salute.” Nel caso del bicchiere di Shrek, il pericolo potenziale sarebbe dato dall’esposizione a lungo termine a bassi livelli di cadmio, che potrebbe filtrare dalla pittura sulle mani dei bambino, quindi filtrare nel suo corpo qualora il bambino mettesse le mani non lavate in bocca.

CHE VA AVANTI DA GENNAIO – La preoccupazioni circa l’esposizione al cadmio emerse in gennaio, quando la Associated Press ha riferito che alcuni elementi di gioielli per bambini venduti da grandi catene nazionali, come Wall-Mart, contenevano fino al 91 per cento del metallo. Tutti questi gioielli erano prodotti in Cina. I bicchieri di Shrek invece sono stati prodotti da ARC International di Millville, New Jersey, e dovevano essere venduti, dal 21 maggio fino a tutto giugno. Circa sette milioni di bicchieri erano già stati venduti, altri circa cinque milioni sono nei negozi o non sono ancora stati spediti. Un reporter della Associated Press ha cercato, senza successo, di acquistare i bicchieri giovedì da McDonald’s a New YorkLos Angeles e nel New Jersey settentrionale, ma gli è stato detto rispettivamente che la merce era esaurita, non è più disponibile o “ce ne sarà di più domani”. McDonald’s ha detto che stava chiedendo ai clienti di smettere di usare i bicchieri “per un eccesso di prudenza. “Riteniamo che il vetro Shrek sia sicuro per l’uso del consumatore”, ha insistito Whitman. “Tuttavia, ancora una volta per assicurare che i nostri clienti ricevano prodotti sicuri da parte nostra, abbiamo preso la decisione di smettere di vendere loro e volontariamente richiamare questi prodotti con effetto immediato”.

Anche se la Speier ha lodato McDonald’s per aver agito in fretta, il suo ufficio ha detto che il gigante dei fast-food e altre società devono “fare un lavoro migliore per una esauriente revisione delle loro catene di approvvigionamento nazionali e internazionali ed evitare i prodotti con elementi potenzialmente pericolosi che possono sempre colpire i loro scaffali.”

“La salute dei nostri bambini non dovrebbe dipendere dalla coscienza di fonti anonime”, ha detto Speier. “Anche se McDonald’s ha fatto la cosa giusta ritirando questi prodotti, abbiamo bisogno di norme più forti per garantire che i prodotti per bambini superino test di sicurezza prima di raggiungere gli scaffali. Il Cadmio è una sostanza tossica che è estremamente pericolosa per la salute dello sviluppo dei bambini”.


Fonte: http://www.giornalettismo.com/archives/65972/mcdonalds-ritira-bicchiere-cadmio/



Nessun commento:

Posta un commento