venerdì 6 agosto 2010

DEODORANTI ALL’ALLUMINIO: la bufala del “clinicamente testato” e le alternative



di Helene Benedetti
Andate a fare la spesa, prendete un prodotto, leggete “clinicamente testato” o “dermatologicamente testato” e fiduciosi infilate nel carrello, portate alla cassa, pagate e spalmate sul vostro corpo.
Ma che significato hanno queste sigle?
Clinicamente Testato” e “Dermatologicamente Testato” significa semplicemente che hanno fatto dei patch test con il prodotto finito, cioè, l’azienda ha preso un cerotto, ci ha messo su un po’ di prodotto e lo ha appiccicato su uno o più volontari.
La legge non impone nessun protocollo valido per effettuare queste sperimentazioniQuindi, con tale dicitura non vi è alcuna tutela. Pensate che, qualora il prodotto dovesse provocare problemi sui volontari che hanno effettuato il test, l’azienda può comunque scrivere sulle confezioni “Prodotto Clinicamente(oDermatologicamenteTestato”.

E’ scritto che è clinicamente testato, ma non ci sono i risultati.
I deodoranti/antitraspiranti che usiamo quotidianamente contengono fino al 20% di sali di alluminio sotto forma di cloridrati d’alluminio e di idrati di zirconio, l’alluminio è un pericolo per il nostro organismo, risulta addirittura mortale se usato in quantità eccessive. L’alluminio, inoltre, è considerato fattore causante di alcune gravi patologie neurodegenerative come l’Alzheimer.
L’uso continuo di questi deodoranti, può portare anche il tumore al seno per donne e uomini. Molti ricercatori dichiarano anche che, la depilazione ascellare, unita all’uso dei deodoranti contenenti alluminio, favorisca maggiormente l’insorgere dei tumori al seno perché i Sali d’alluminio penetrerebbero molto più facilmente nel corpo facendo degenerare le cellule in cellule cancerose.
Da una recente inchiesta dell’American Chemical Registry di Washington risulta che, utilizzando le formule spray, si facilita l’accesso diretto dell’alluminio al cervello tramite inalazioni dal cavo nasale causando intossicazioni che possono dare origini a gravi patologie come il morbo di Alzheimer.
Ad oggi non vi sono studi scientifici che rendono ufficiale quanto dico, forse proprio per non ledere grossi interessi commerciali, ma nel dubbio, il mio consiglio è quello di evitare i deodoranti/antitraspiranti che contengono ingredienti come «AluminiumZirconiumTetrachlorohydrex e  Aluminium Chlorohydrate».
Fare a meno del deodorante, per me, è praticamente impossibile, lo ritengo un bene di prima necessità, quindi mi sono messa alla ricerca di metodi veloci ed economici da fare in casa. Vi lascio qualche ricetta che io stessa ho provato e continuerò ad usare. Sono metodi assolutamente sani e naturali che danno ottimi risultati.
(Deodorante liquido) Ingredienti:
  • Acqua distillata (ma si può usare anche l’acqua del rubinetto)
  • Bicarbonato
  • Tea three oil (qualche goccia)
  • Olio essenza naturale che preferite (arancio dolce o legno e patchouli, muschio ecc).
Procedimento: Aggiungete il bicarbonato all’acqua distillata tanto quanto basta per farne una soluzione satura. Lasciatela riposare per 20 min. Dopodiché versate tutto il liquido in un contenitore spray vuoto e pulito lasciando ciò che si è depositato sul fondo del bicchiere (non serve). Aggiungete  5-6 gocce di tea three oil (disinfettante) e i vostri aromi preferiti . Agitare sempre prima dell’uso perché gli oli essenziali non entrano in soluzione. Non fatelo in grandi quantità perché ha una durata di 15 giorni per mancanza di conservanti.
(Deodorante in polvere)Ingredienti:
  • Bicarbonato
  • Amido di qualsiasi tipo (di riso, maizena, frumina, si trovano tutti al supermercato)
  • olio essenziale per profumare (opzionale)
Procedimento: In un barattolino unire bicarbonato di sodio e amido in polvere, la quantità di bicarbonato deve essere maggiore di quella di amido, altrimenti non funziona. Se vogliamo possiamo profumarlo con qualche goccia di olio essenziale lavorandolo con pestello e mortaio (o schiacciandolo col cucchiaino) per qualche minuto in modo da amalgamare bene il profumo in tutta la polvere. Applicare con un piumino o in mancanza con le dita, senza strofinare.
Le prossime ricette sono state pescate in rete, non le ho provate personalmente ma presto lo farò
(Deodorante liquido) Ingredienti:
  • Bicarbonato
  • Acqua
  • Olio essenziale per profumare (opzionale)
Procedimento: Mettete l’acqua in un bicchiere, aggiungete del  bicarbonato mescolando finché non si scioglie più e lasciare riposare una mezz’oretta. Travasare solo la parte liquida in un contenitore spray vuoto e pulito(avremo ottenuto una soluzione satura di bicarbonato).Conservare in frigo.
(Deodorante liquido) Ingredienti:
  • 20 gocce di olio essenziale di limone
  • 20 gocce di olio essenziale di lavanda per donne o 20 gocce di olio essenziale di sandalo per uomini
  • 1 goccia di olio essenziale di Salvia sclarea
Procedimento: Mettete gli ingredienti in un contenitore spray. Agitare sempre prima dell’uso.
In alternativa possiamo usare anche l’allume di potassio,  un prodotto naturale e anallergico,  con un prezzo bassissimo di soli 6 euro si tira avanti per mesi.
Bisogna tener conto che questi sono deodoranti non antitraspiranti, quindi, se avete la sudorazione particolarmente abbondante, questi deodoranti casalinghi non la bloccheranno come invece fanno quelli commerciali, ma è sicuramente un bene per le ascelle che finalmente potranno respirare.

1 commento: