lunedì 7 febbraio 2011

Le bugie e l'ipocrisia della pubblicità: L' Eni

Questo post è dedicato a quelle persone che ancora credono che in fondo qualche pubblicità sia seria e credibile. La pubblicità non solo cerca di farti comprare prodotti che non sono essenziali per la tua vita, ma in maniera subdola, cerca di far apparire (in questo caso una multinazionale) le cose da negative a positive. In questi tempi bui della società, piu' che mai, c'e' un ribaltamento dei valori: il mondo e colui che governa il mondo, cerca di far passare il valore da cattivo a buono, da falso a vero, da tenebre a luce, da disgustoso a dolce, da inquinante a ecologico, etc etc. E questo continuo lavaggio del cervello, anche grazie alla pubblicità, crea una concezione distorta e confusionale della coscienza umana in tutti i suoi aspetti, dalla spiritualità soprattutto, fino allo stato fisico e mentale. 


C'e' da stupirsi? 



2 Corinti 11:14: "Non vi meravigliate di questo, perché anche Satana (l'iddio di questo mondo) si maschera da angelo di luce."

Quindi, state attenti. Valutate sempre con prove se una cosa e' buona. Perché molte volte non lo è...

Il mondo ha una "maschera". La verità si trova dietro a quella maschera...





IL VIDEO DELL'IPOCRISIA DELL'ENI




Nessun commento:

Posta un commento