lunedì 21 marzo 2011

Terremo in Giappone: è colpa dell'uomo? Ipotesi HAARP





“Nel 2025 le forze aereospaziali Usa potranno avere il controllo del clima se avranno capitalizzato le nuove tecnologie sviluppandole nella chiave delle applicazioni di guerra. [...] Dal miglioramento delle operazioni degli alleati e dall’annullamento di quelle del nemico tramite scenari climatici “su misura”, alla completa dominazione globale delle comunicazioni e dello spazio, la modificazione climatica offre a chi combatte una guerra un’ampia gamma di possibili modi per sconfiggere o sottomettere l’avversario", da "Il clima come moltiplicatore di potenza: averne il controllo nel 2025" (vedi: Weather is a Forcing Multiplier: Owning the weather in 2025).

Sono stati pubblicati diversi post riguardo il sisma giapponese e ci sono pochi dubbi circa la sua origine:Terremoto in giappone, troppe coincidenze come quello di haitiTerremoti in giappone: un sisma artificiale?Terremoto in Giappone, c'è chi lo aveva previsto studiando l'attività HAARP
Inoltre osservate l'attività del Magnetometro Haarp al 10 marzo  (qui il link originale del sito Haarp). Lascia poco spazio ad ipotesi discordanti sull'ipotesi dell' origine artificiale del sisma.
HAARP e terremoto in Giappone. La guerra ambientale continua ed anche l'installazione di MUOS, la HAARP Italiana/MUOS the Italian HAARP
Scrive Corrado Penna in "Terremoti, scie chimiche e disinformazione":"1) L'attività di HAARP è mostrata su un sito, perché mostrerebbero un'attività segreta?Risposta: se HAARP lavorasse in maniera troppo segreta susciterebbe molti più sospetti, e spesso non c'è maniera migliore di nascondere qualcosa che metterla in evidenza, proprio perchè la gente si auto-inganna col ragionamento di cui sopra", ovvero, che pensare da "complottista" sia alla stregua dei paranoici e degli ossessivi. Quindi si torna all'ovile, rassicurati, pensando che i terremoti sono naturali e che le scie chimiche non esistono. Per la maggior parte delle persone è alquanto macabro e orribile supporre una realtà del genere, che è meglio che non sia assolutamente vero, che sia relegato nell' universo delle cosidette assurdità.
In altre occasioni abbiamo citato le dichiarazioni del generale Fabio Mini il quale parla chiaramente dell'attualità avanzata, della guerra ambientale (ASCOLTA QUI l'intervista e SCARICA QUI il documento), ovvero operazioni di geoingegneria a fini militari, con risultati già applicati ed atti a produrre puntuali fenomeni tra cui i terremoti.

HAARP e terremoto in Giappone. La guerra ambientale continua ed anche l'installazione di MUOS, la HAARP Italiana/MUOS the Italian HAARP
L'ex  ministro giapponese Nagawa, intervistato da Benjamin Fulford,accennò di come il Giappone fosse stato minacciato dalla "macchina dei terremoti" prima che il sistema finanziario giapponese fosse venduto ai gruppi oligarcici americani ed europei.


Quello stesso ministro fu trovato morto con la solita ipotesi di suicidio.

HAARP e terremoto in Giappone. La guerra ambientale continua ed anche l'installazione di MUOS, la HAARP Italiana/MUOS the Italian HAARP
Ovviamente anche la notizia della famosa ubriacatura, nel corso del G7, è da valutare nel contesto di un uomo di stato,  il quale si aveva avuto l'anomalia di fare determinate dichiarazioni di cui sopra e poi messo in ridicolo.
Da citare, con le pinze,  sono delle informazioni, provenienti dallo stesso Fullford, riguardo il potenziale sisma lungo la faglia di New Madrid. (VIDEO in inglese)Sempre Fullfort sembra aver ha indivituato una struttura bene mimetizzata più a sud dell'Alaska e cioè in Nevada (VIDEO in inglese) (tra l'altro esattamente di fronte al giappone).
Si segnalano possibili strutture Haarp  nel mondo:
HAARP e terremoto in Giappone. La guerra ambientale continua ed anche l'installazione di MUOS, la HAARP Italiana/MUOS the Italian HAARP

E' in Italia? A noi la Nato fa mancare nulla, nemmeno un sistema di 47 antenne.
Così continua a dipanarsi con pochissimi riflettori  la vicenda  dell'eco-mostro Muos a Niscemi (caltanissetta). In poche parole una HAARP italiana. MUOS è un sistema-radar di rilevazione satellitare ad alta frequenza che le forze armate degli Stati Uniti, che si trova  a poco più di due km dal centro abitato. Prevede il collegamento a terra con quattro basi USA installate in zone poco popolate in Virginia, Haway e Australia. Nel 2010 era prevista la messa in orbita di un apposito satellite e l' entrata in funzione del sistema nel 2011.


Pare proprio che ci siano dei "se" da parte dell'amministrazione comunale di Niscemi, che fin'ora si è opposta fortemente a Muos. Infatti ribadiscono che la loro posizione rimarrebbe la stessa "finchè" non saranno sicuri della non nocività della struttura. Una posizione di ambiguo ammorbidimento. Le valutazioni sulla nocività di Muos, quelle ufficiali, che sono state prodotte e presentate, descrivono l'impatto della struttura  sull'ambiente alla stessa stregua di quello che avrebbe dell'acqua di rose. Spagna che Germania si sono rifiutate a fare installare la medesima struttura antenne nei loro territori. Chissà perchè.
Secondo l'articolo di Antonio Mazzeo anche il presidente della regione Raffaele Lombardo sia stato "convinto" della assoluta innoquità (termine usato sempre più spesso per imbastire la descrizione varie operazioni militari come le scie chimiche) delle antenne della struttura MUOS di Niscemi.



http://it.paperblog.com

Nessun commento:

Posta un commento