giovedì 27 settembre 2012

I veri dieci comandamenti e quelli manipolati dalla chiesa a confronto







"Se qualcuno fa un’aggiunta a queste cose, Dio gli aggiungerà le piaghe che sono scritte in questo rotolo; e se qualcuno toglie qualcosa dalle parole del rotolo di questa profezia, Dio toglierà la sua parte dagli alberi della vita..."

Rivelazione 22:18,19

3 commenti:

  1. LA CHIESA NON HA ALTERATO I 10 COMANDAMENTI.
    1. La Bibbia cattolica traduce fedelmente l'originale ebraico.
    2. La Bibbia, nel testo originale, non presenta punteggiatura e numerazione dei versetti. Pertanto la suddivisione dei comandamenti è convenzionale ed è diversa a seconda della tradizione di riferimento.
    La Chiesa Cattolica e la chiesa luterana considerano il comandamento di avere un unico Dio e la proibizione di adorare idoli tutt’uno, mentre altre tradizioni li suddividono in due comandamenti, come fanno la Chiesa Ortodossa ed alcune chiese protestanti. Lo stesso vale all'inverso riguardo i comandamenti di non desiderare la donna o la roba d’altri.
    3. la teoria complottista che attribuirebbe alla Chiesa cattolica di aver alterato i 10 comandamenti per poter utilizzare le immagini non ha alcun fondamento per 2 motivi.
    Il primo motivo è che anche la chiesa luterana , che non ammette l’uso delle immagini, usa la stessa suddivisione dei 10 comandamenti della Chiesa Cattolica.
    Il secondo motivo è che tra le chiese che considerano terzo comandamento la proibizione dell’idolatria delle immagini c’è anche la Chiesa Ortodossa che non ha alcun problema ad utilizzare le immagini perché la venerazione delle statue dei santi e l’uso delle immagini a scopo didattico non costituiscono idolatria.
    A questo proposito, è utile avere presente che le stesse sinagoghe nei primi secoli Dopo Cristo presentavano non di rado immagini. Molto interessante è il sito di Dura Europos del 3° secolo D.C. , in Siria, dove è stata rinvenuta sia una sinagoga totalmente affrescata di scene dell’antico testamento , sia una antica casa-chiesa , anch’essa affrescata.
    Inoltre , il Catechismo, che ha lo scopo di insegnare la dottrina cristiana preconizzata nel Vecchio Testamento e realizzata nel Nuovo, riporta i comandamenti rivisti alla luce dell’annuncio dl Nuovo Testamento, che , ad esempio, non impone più il sabato.
    Bisogna stare in guardia dai vani ragionamenti che rischiano di sedurre e sviare dalla retta via indicata dalla Chiesa del Signore.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. La chiesa, ammettendo come dici tu, pero' non mette in pratica i comandamenti, quindi in un certo senso ha manipolato il senso delle parole della Bibbia a proprio uso e consumo visto che si possono avere affreschi in una chiesa, ma costruire statue rappresentanti santi o quant altro e inchinarsi a loro, rappresenta una vera e propria violazione fondamentale del principio del vero cristianesimo. Se questo per te e' la chiesa del signore, seguila pure ciecamente, io seguo la via tracciata dalla Bibbia per la vera adorazione.

      Elimina
    2. Niente affatto, rendere onore mediante statue a uomini e donne che si sono distinti per santità con il martirio, la preghiera , lo spirito missionario, la dottrina e i miracoli , nonché chiedere loro di pregare il Signore per noi, non rappresenta alcuna violazione del vero cristianesimo che è quello insegnato dalla Chiesa di Cristo che può dimostrare la successione apostolica e la trasmissione della dottrina fino a Cristo stesso e i suoi discepoli. La via che segui tu non è tracciata dalla Bibbia ma dalla falsa interpretazione fatta da Lutero e compagni partorita unicamente da loro 1500 anni dopo Cristo che nulla ha a che fare con gli insegnamenti trasmessi direttamente da Cristo agli apostoli ed ai loro successori. Fra noi due chi sarebbe il vero cieco?

      Elimina