venerdì 1 marzo 2013

Coltivare l'ALOE VERA: Consigli pratici

Come coltivare l'Aloe Vera

L’aloe vera può essere coltivata, con relativa facilità, anche dai più inesperti.
Nel coltivare l’Aloe Vera ,a vera difficoltà può essere rappresentata dal clima. Infatti questa pianta cresce naturalmente in zone dal clima secco e arido, e quindi difficilmente riesce a resistere a temperature inferiori a 0°. La condizione climatica ideale per l’Aloe vera è tra i 20° e 25°.

Coltivare l’Aloe Vera: Come Procedere

Il terreno migliore per coltivare l’Aloe Vera è sabbioso; il mix ideale consiste in tre parti di sabbia ed una di comune terriccio da giardino. E’ opportuno anche porre un fondo di argilla nel vaso, in maniera tale da consentire il drenaggio.
La coltivazione dovrebbe essere organica: vanno quindi evitati pesticidi, fertilizzanti e qualsiasi prodotto chimico.
L’Aloe Vera deve essere concimata una volta al mese, a cominciare dalla primavera e per tutta l’estate. I fertilizzanti liquidi, diluiti nell’acqua dell’annaffiatura, sono perciò ideali.
Dato che le radici della pianta non si estendono molto in profondità, è buona regola scegliere un vaso largo e che presenti adeguati fori per il drenaggio.Un ristagno, infatti, potrebbe perfino causare la morte della pianta.

Riproduzione e operazioni di potatura

La moltiplicazione della pianta avviene per talea. In estate i germogli tagliati vanno esposti all’aria per qualche giorno: questa operazione permetterà al lattice di fuoriuscire. In seguito, i germogli vanno messi in un vaso che verrà riempito con il fondo indicato in precedenza.
Per coltivare l’Aloe Vera è importante ricordare che non deve essere potata: le foglie che dovessero eventualmente seccarsi, vanno semplicemente rimosse. Abbiate cura di pulire lo strumento scelto per rimuovere le foglie secche, onde evitare di infettare la pianta.

Coltivare l’Aloe Vera: Salute della pianta

Se le foglie della pianta di Aloe Vera diventano completamente verdi e perdono le screziature, significa che l’illuminazione è troppo scarsa. Il problema può essere facilmente risolto spostando la pianta in un luogo più luminoso.
Se, invece, le foglie tendono ad ingiallire o sono macchiate di marrone, la pianta potrebbe essere attaccata dagli acari. La soluzione è aumentare l’umidità dell’habitat della pianta.
Un altro disagio comune è il mal bianco, una patina biancastra che attacca le foglie. La malattia può essere prontamente curata con lo zolfo ramato.

http://www.aloeveranaturale.it/come-coltivare-aloe-vera/

Nessun commento:

Posta un commento