giovedì 29 giugno 2017

Un'altra prova archeologica che dimostra che la Bibbia è un libro accurato: La Torre di Babele è esistita




Gli studiosi della Bibbia hanno a lungo dibattuto se la Torre di Babele è realmente esistita. Ora una vecchia lapide con un iscrizione fornisce una prova evidente a suo favore.

La tavoletta



Tra i resti fragili della famosa città di Babilonia, in quello che oggi è il moderno Iraq, c’è una vasta struttura di documenti storici che suggeriscono l’esistenza della Torre di Babele.
Il Dr. Andrew George, dell’Università di Londra (UK)esaminando un antica tavoletta di pietra  ha trovato un’immagine che rivela esattamente come era la torre.
Secondo il dottor George, questa è una forte prova che il racconto biblico della Torre di Babele è stato ispirata proprio da questo edificio realmente esistito.
La pietra risale al 6 ° secolo aC ed è stata trovata a Babilonia un secolo fa. La sua importanza era passato inosservata sino ai giorni nostri.

L’iscrizione


Essa mostra un rilievo con la progettazione di una torre e una grande figura umana, con un bastone e indossa un cappello conico.

La leggenda di questo rilievo informa che il design non era uno “ziggurat o una tempio a forma di torre della città di Babilonia”.

Questa è la prima volta che una registrazione storica conferma l’opinione che abbiamo di questa struttura dell’altopiano mesopotamico con sette strati, e identificare il righello dietro di esso: il famoso re Nabucodonosor II.

Oltre al design straordinario, la tavoletta di pietra descrive anche la costruzione della mega-struttura, rivelando il coinvolgimento di tutta la regione – gli abitanti del Mediterraneo e del Golfo Persico.
Ciò sarebbe coerente con la storia che la Bibbia parla della creazione della torre. Pertanto, è molto probabile che Babele era una vera e propria costruzione dell’ antichità, e non una finzione. 
Fonte:  hypescience.com

Nessun commento:

Posta un commento